SCALA MERCALLI - ''Independence'' (Steel on Fire - Metal Webzine)
TITOLO

A cura di RocketTobi

Ritornano all’attacco i marchigiani Scala Mercalli e lo fanno con il loro purissimo stile Classic Power Metal cosparso di elementi epici e teutonici, caratterizzato da ottime sfumature che danno vita a idee mature molto interessanti. Il nuovo lavoro (il quarto Full-Length) “Independence” racchiude un sound nel quale prevale una notevole padronanza tecnica, stile e influenze ben assimilate e collocate con criterio di chi ha raggiunto una certa consapevolezza dei propri mezzi, la pulizia del suono per quel che riguarda il mixing e le registrazioni poteva dare di più, gli udibili rumori di fondo hanno forse marcato alcuni passaggi, ma tutto sommato possiamo tranquillamente passarci sopra, lasciamo questi aspetti a coloro che posseggono un udito “fine” e viziato.


L’album viaggia spedito, è scorrevole, si fa spazio grazie a speed tracks ricche di passaggi melodici ma anche cadenzati da far muovere la testa. “The 1000 (Calatafimi Battle)” e “Honest Brigands” ne sono la prova: la prima contiene linee vocali “fini” e ben dosate, caratterizzate da un notevole timbro decisamente adeguato ad un personale Heavy-Style, è seguito da ritmiche padroni ed essenziali con un lavoro di batteria degno di nota, mentre la seconda si esprime in epicità e su forti canoni melodici arricchiti da classici assoli ben riusciti, un ottimo brano slanciato a tratti anche duro, ma dall’impronta decisamente Power che spicca per la sua apprezzabile maturità, nonostante il mixaggio non renda del tutto giustizia al sound delle chitarre sembra che nel complesso la scelta di questo aspetto sia ben congegnata dalla band. L’epicità trova apice in brani come “The Last Defence (Roma - Gianicolo 1849)”, “Tolentino 1815” e in “Whisper Of The Night”, episodi che richiamano sonorità da battaglia che strizzano l’occhio ai vecchi e gloriosi album dei Manowar, ma in questi casi godiamo nell’avvertire una certa personalità che sgorga su cambi di tempo, arpeggi trascinanti, assoli ribelli che s’intrecciano come spade che duellano, linee vocali dosate ben curate e sicure, un importante e solido lavoro alle pelli che sfocia ed evidenzia ancor più gli spiccati ritornelli e le gloriose ritmiche. Concludiamo citando uno dei migliori (il TOP per chi scrive) momenti proposti all’interno di questo lavoro, e parliamo della ballad “Anita (Ana Maria de Jesus Ribeiro da Silva)”: raramente si riesce a trovare e ad ascoltare brani così ben riusciti, una struttura composta in maniera egregia con riferimenti all’Heavy Classic ben incastonati tra loro ci estraniano dalla realtà, reminiscenze ai migliori Primal Fear evidenziate nella prova vocale eccelsa e nel timbro personale di Christian Bartolacci che è gia un incidere fedele in tutto l’album, evoluzioni alle sei corde di Cristiano Cellini e Clemente Cattalani di spessore, una Giusy Bettei al basso sopra le righe seguita da uno spettacolare Sergio Ciccoli alle pelli, sognanti mutazioni delle atmosfere che sprigionano energia da vendere per poi richiamare la quiete sul solenne ritornello finale che racchiude in se l’ottima riuscita di questo album.


Parliamo di una band che meriterebbe più visibilità e maggiore supporto, abbiamo preferito parlare più di musica che dei riferimenti storici al patriottismo dei brani e dell’album, perchè gli Scala Mercalli ci sanno fare e in “Independence” sfoderano tutta la loro eccelsa classe, evidenziando una grande e matura attitudine tecnica/stilistica che va a fronteggiare realtà ben più famose e affermate nel panorama Power Metal.



Cristiano Cellini (Lead and Rhythm Guitar)

Sergio Ciccoli (Drum)

Christian Bartolacci (Voice)

Giusy Bettei (Bass)

Clemente Cattalani (Lead and Rhythm Guitar)



TRACKLIST

1. The Crossing on the Sea
2. The 1000 (Calatafimi Battle)
3. Honest Brigands
4. Be Strong
5. The Last Defence (Roma-Gianicolo 1849)
6. Never Surrender
7. Tolentino 1815
8. White Death
9. Whisper of the Night
10. Anita (Ana Maria de Jesus Ribeiro da Silva)
11. Fratelli d'Italia (Italian Anthem) feat. Corale Angelico Rosati



VOTO

8/10


BAND

"Be strong"

Pubblicata il 25 Aprile 2019

PER SOSTENERCI

REVIEWS: redazione@steelonfire.it

Insieme a voi dal

12 Ottobre 2016

by Robin Bagnolati