FOREVERMORE - ''A Life to Die For'' (Steel on Fire - Metal Webzine)

FOREVERMORE

COPERTINA

"A LIFE TO DIE FOR"

A cura di Robin Bagnolati,

revisione di Giulia Fordiani

Il Fedda, al secolo Federico Melli, è un musicista reggiano piuttosto noto negli ambienti rock/metal emiliani. Dopo varie esperienze, anche radiofoniche, riunisce un gruppo di amici per creare il progetto AOR Forevermore, dando alla luce il disco “A Life to Die For”. Le dieci tracce che compongono l'album sono suonate da Federico “Fedda” Melli (rhythm and lead guitar), Enrico Modini (vocals), Alessandro Benassi (bass), Simone Giorgini (keyboards) e da ben 7 batteristi diversi, che si sono alternati alle pelli.


Rinascita Overture” - Questa introduzione si basa interamente sulle tastiere. La melodia è accattivante, a metà strada tra il classico e il moderno, supportata da un lento sottofondo “orchestrale”.

Thunder in my Soul” - Entriamo nel vivo con un ritmo trascinante e le corde che finalmente iniziano a far sentire la loro carica. Un pezzo assolutamente convincente anche sotto l'aspetto vocale con un Enrico Modini in grande spolvero. Impossibile non farsi trascinare da questo pezzo. Molto bello anche il solo di chitarra.

Firestone” - Dalle prime note sembra di ritrovarsi catapultati negli anni in qui questo genere era al top. Un brano più da ascolto rispetto al precedente ma con un tocco più cattivo nella voce. Nel giro di pochi secondi passiamo dal punto più basso del pezzo, in cui le tastiere propongono una pseudo orchestrazione molto rivedibile, al momento migliore, in cui il solo di chitarra si unisce ad un riff di basso che potrebbe essere definito assolo pure lui, creando un momento davvero godibilissimo.

For my Living” - Partenza cupa affidata alla chitarra, con una forte distorsione. Noto con piacere una delle scelte stilistiche che ho sempre apprezzato in molti pezzi AOR, ossia la strofa cantata con sotto solamente il tappeto di basso e batteria, con la chitarra che interviene solo nei momenti di sosta della voce. Qui il Fedda prende meno possesso della scena, lasciando ampia “visibilità” anche agli altri membri. Preparatevi ad avere il ritornello in testa per tutto il giorno.

Inheritance of Wisdom” - Può esistere un album di questo genere senza una ballad? Assolutamente no ed infatti eccola... Scherzetto! L'introduzione lascia il posto ad un brano energico e trascinante. Mentre si ascolta il pezzo non è facile capire dove la band andrà a parare nei secondi successivi. Davvero un buon brano.

All Alone” - Pioggia... Chitarra leggera e voce... “Archi” che si aggiungono, tastiera e un breve solo di chitarra. La ballad è ufficialmente arrivata, una ballad piuttosto malinconica (come d'altronde suggerisce il titolo) e non “strappamutande” alla Whitesnake. L'unica parte che non convince troppo è l'inizio del solo di chitarra, forse un po' forzato, ma per il resto tanto di cappello.

Faithful Heart” - Partenza da brividi a suon di organo e poi via a tutta velocità. Questo pezzo vira decisamente verso un Power metal alla Stratovarius, Un pezzo veramente trascinante. Momento top del disco.

Higher Place” - Le sonorità si fanno più dure e massicce, la strofa trasmette una gran carica... Ma a lasciare spiazzati è il ritornello, quasi spompato rispetto al resto del pezzo.

Kids of the '80s” - Altro pezzo piuttosto energico sin dalle prime note, ma questa volta non delude le aspettative, mantenendo la carica anche nei ritornelli, nonostante un aumento della melodia. Non è più AOR, ma non è nemmeno ancora Power. Un piacevole “mezzosangue” musicale oserei dire in cui viene inserito anche qualche stacco dalla metrica non scontata. Interessante.

Great Times” - Concludiamo l'album con una buona ballad, questa volta adatta alla cosiddetta camporella. Una degna conclusione, non c'è che dire.


A mio avviso, questo è uno dei migliori album del genere che ho potuto ascoltare, carico e coinvolgente e con quel qualcosa in più che stacca dalla monotonia. Ben prodotto e ben registrato, questo disco interamente scritto e arrangiato da Fedda è da custodire gelosamente.




TRACKLIST

1. Rinascita Overture

2. Thunder in my Soul

3. Firestone

4. For my Living

5. Inheritance of Wisdom

6. All Alone

7. Faithful Heart

8. Higher Place

9. Kids of the '80s

10. Great Times




VOTO

9/10


BAND

Pubblicata il 3 Marzo 2019

FOREVERMORE

Facebook



PER SOSTENERCI

NEWS: robin.reviews@hotmail.com

REVIEWS: redazione@steelonfire.it

Insieme a voi dal

12 Ottobre 2016

by Robin Bagnolati