DEVIATE DAMAEN - ''Retro-Marsch Kiss''

DEVIATE DAMAEN

"RETRO-MARSCH KISS"

A cura di Michele Puma,

revisione di Giulia Fordiani

Era l'anno 2015 e tra le tante importanti uscite di spicco i Deviate Damaen non erano da meno, infatti hanno fatto esordire il loro terzo e atteso album in studio “Retro-Marsch Kiss“. Per chi ancora non è a conoscenza di questa particolare band, chi sono i Deviate Damaen? Innanzi tutto diciamo che sono una band abbastanza dinamica e veterana: nati nel 1991 nella provincia di Roma, questo complesso si distingue per il loro poliedrico Dark Rock - Gothic Rock e per un particolare e teatrale appeal, un genere abbastanza di nicchia ma molto apprezzato.

 

La band nella propria carriera registrerà ufficialmente tre album (anche se con il monicker Deviate Ladies pubblicarono una demo tape “Crown of Darkness” del 1992 e due musicassette “Immortality's Colostrum” del 1993 e “Diabolische Orgelwerke” del 1994). Dopo quattro anni la band cambiò monicker e durante questo cambiamento pubblicarono il loro primo album ufficiale “Religious As Our Methods” tramite Metalhorse Production, il quale fu uno dei primi album italiani ad essere pubblicati in Dolby Surround code. La band con il suo platter d'esordio fece un buon successo tanto che “Propedeutika Ad Contritionem (Vestram!)“ (1999), il loro secondo album in studio, fu veramente un plebiscito per il genere. Venne pubblicato in Giappone e in Europa tramite la Avantgarde Music con conseguente tour: un album ad oggi molto amato sia dai fan che dai semplici appassionati del genere, una pietra miliare. Successivamente la band si impegnerà a partecipare ad una compilation di brani dedicata alla fantascienza per la Black Widow Records (a cui contribuiscono anche band leggendarie come Candlemass e Kirlian Camera). Inoltre nel 2006 pubblicarono una raccolta online dal titolo “Immorality Ovra Colostrum” che conteneva brani tratti delle prime autoproduzioni su nastro prodotte dal 1992 al 1994 ri-registrate per intero.

 

9 anni dopo, nel 2015 finalmente arriva il loro terzo full-lenght dal titolo precedentemente citato “Retro-Marsch Kiss”, un album abbastanza atteso ma più volte rimandato per varie problematiche. La line-up è formata da:

G/Ab Svenym Volgar Honorium Roman Ustorh – voce

ABnormal – chitarra

D.Van Dearomantik – basso

JJ Blackstar – batteria, chitarra, basso

Ark - tastiere, programming, theremin

Giamo G. Laerte – voce

Ci saranno varie collaborazioni, tra le quali i Labyrinthus Noctis, e ben due componenti degli Stormlord, il chitarrista Gianpaolo Caprino e il bassista Francesco Bucci.

 

Retro-Marsch Kiss” è un doppio cd composto da 16 brani per quasi 100 minuti di musica. La prima parte conta la presenza di molte parti narrate ed atmosfere Noise con citazioni di mostri sacri della letteratura italiana, basta citare due grandi: Pascoli e Foscolo. La seconda parte forse è la più dinamica, ci sono varie sperimentazioni, si noteranno molte uscite che partono dall'Industrial al Noise fino alla pura avanguardia. Un secondo cd non malaccio, cito brani come “Basta Non Basta”, particolarissima, con varie tracce di telefonate (reali) di persone astiose di fronte alle richieste di quello che sembra un disco rotto, oppure Il “Valzer Del Retrogrado”, un brano particolare dal gusto vintage dove i temi trattati sono scottanti, così come in tutta la seconda parte, un’accozzaglia di provocazioni alla società moderna, un misto di registrazioni, suoni sperimentali e tanta ironia che sembra colpevolizzare la società radical chic.

 

Cosa dire di questo doppio album? Se amate questo genere date un orecchio perchè alcune parti, specie negli sperimentalismi, potrebbero risultare molto interessanti ma purtroppo le parti che vorrebbero far decollare l'album sono veramente poche. Il resto come già ripetuto è un’accozzaglia di sperimentalismi, Noise, avanguardia con varie registrazioni. Non sarebbe stato male un album magari più breve e meno prolisso. Purtroppo a malincuore lo boccio, nutrendo però grandi speranze per la prossima uscita, sperando magari in un altro grande sussulto come fu per l'indimenticabile “Propedeutika Ad Contritionem (Vestram!)”.

 

 

 

 

TRACKLIST

CD 1: Retro-Aestetika Defibrill-Aktion Bunker

1. Bacio Di Ritorno

2. Descendi, Frigus!

3. L’Antimissionar (Italico Centone Deviatiko IV Movimenti)

4. Centone Ad Guerram – Lyturgika’ss III –Quattro Globuli Bianchi Di Poetico Orgoglio Armati

5. Ombre Senza Tombe (Globulo Primo)

6. Narcissus Race (Bunker Remix) – Centone Ad Speculum

7. Sepolcreto E Nobiltà, Solfeggiar D’Identità!

8. Così Parlò Costantino XI (Globulo Tertio)

CD 2:

1. Basta Non Basta ( V Movimenti: Con Le Budella Dei Buoni Ci Si Strozzano I Cattivi-Basta Non Somiglianza-Discordia In Marcia-OrgisticumMetallum Nostrum-Olio Alle Grondaie)

2. La Preghiera Di Dante (Globulo Quarto)

3. Gothiko, Non Hai Capito Un Cazzo Se… -Centone Ad Coronam

4. Il Valzer Del Retrogrado

5. Elektr’n’Culo Pasquinata – Centone “Ad Patriam et EiusFiniumSacertatem”

6. La Fine Che Non C’è

7. Schiuma Su Sto Scroto, Progressista! (Live)

8. Rintocchi D’Occaso

 

 

 

VOTO

5/10

 

Pubblicata il 10 Settembre 2017

robin.reviews@hotmail.com

 

Insieme a voi dal

12 Ottobre 2016

by Robin Bagnolati