BURNING GROUND - ''Last Day Of Light'' (Steel on Fire - Metal Webzine)

BURNING GROUND

"LAST DAY OF LIGHT"

A cura di RocketTobi

Che la scena Metal sarda sia in questi ultimi anni in grande fermento e crescita si sapeva, ma a confermarlo ancor più sono i Burning Ground, band già attiva dal 2002 e arrivata dopo una notevole maturazione, finalmente alla consacrazione del loro primo album sotto l’ala della Minotauro Records.

 

La band del Cagliaritano è devota ad un Heavy ricalcato da impronte Power, sprontato verso venature ben più Thrash (con reminiscenze alla Savatage) che ne ricamano un contorno molto interessante. Il sound si presenta subito diretto e potente, capace all’istante di spingerci verso atmosfere teatrali, oscure ed epiche, complice anche un notevole lavoro in fase di studio che finalizza perfettamente questo Full-Length portandone la qualità decisamente al di sopra della media.

 

Ottimi arrangiamenti mai scontati, che al loro interno fanno percepire il lato personale di ogni componente, che si congiungono, creando brani energici, piacevoli, e interessanti, come “Darkened Desire” e “Facing The Shame” che mettono in particolare risalto il cantato di Maurizio Meloni: prova di sicurezza e padronanza nei registri più acuti e nel graffiato, incisivo al punto giusto. Ritmiche cadenzate e oscure macinano note insieme ad un basso presente e roccioso, tutto sorretto dal lavoro di drumming curato da Angelo Melis che conferisce ancor più spessore al sound. Una bella sorpresa arriva con “The Burning Ground”, più tecnica rispetto alle altre, atmosferica e oscura, che si apre in un ritornello melodico nel quale i migliori Savatage si fanno sentire. Un finale più Heavy si fa vivo rendendo più “leggero” l’ascolto abbracciato da notevoli assoli di Andrea Alvito, affiancati alle ritmiche cadenzate e granitiche di Alberto Bandino, probabilmente uno dei punti più alti di questo lavoro. Con la darkeggiante “Last Day Of Light” confermiamo tutto quello che già si è detto, ovvero che questi ragazzi sono pronti a far parlare di loro e con questo brano (come con gli altri) hanno sicuramente un biglietto da visita che lascerà il segno. Un intro effettato che fa da trampolino a cavalcate incessanti, voce e basso di Alessio Melis in primo piano danno una partenza quasi sul filo del Doom, per poi evolversi ancora su linee melodiche, con Maurizio che tocca livelli di interpretazione altissimi. Il tutto si dirama tra sfumature Heavy ed influenze che ricordano gli Iced Earth dei primi album.

 

I Burning Ground ci sanno fare e con questo “Last Day Of Light” hanno tutte le carte in regola per far parlare di loro non solo in Italia. Per gli amanti dell’Heavy/Power (ma non solo) consigliamo vivamente l’acquisto. Supportate chi ci crede e chi sa ancora valorizzare il nostro genere preferito, questa è decisamente la direzione giusta.

 

 

 

TRACKLIST

1. Dark Ages

2. The Killing Hand

3. Darkened Desire

4. Facing The Shame

5. Before I See

6. The Burning Ground

7. Last Day Of Light

8. Dawn Of Hope

 

 

 

VOTO

8/10

 

Album Teaser

Pubblicata il 28 Giugno 2018

robin.reviews@hotmail.com

 

Insieme a voi dal

12 Ottobre 2016

by Robin Bagnolati