MOONSHINER - Self Titled Demo

MOONSHINER

"MOONSHINER (Demo)"

A cura di Matteo Perazzoni,

revisione di Giulia Fordiani

Arriva veramente inaspettato, quasi un po’ in sordina, questo Demo composto solamente da due brani di un gruppo Bangladese, dedito ad uno Stoner/Doom molto devoto ai classici del genere, avente qualche particolarità propria dei membri di questo progetto, chiamato Moonshiner. La band composta da un duo (Muttaki Shafayet, che si occupa delle strumentali; Ruzlan, alla voce) in realtà vanta varie esperienze passate, in bands come i Necrolepsy e gli Psychotron. Band praticamente nata quest'anno che ci propone quantomeno un materiale dal quale partire.

 

Questo piccolo Demo si apre con "Demon Sugar", un brano tipicamente Stoner avente una ritmica possente ed incalzante, che si sviluppa su uno shuffle molto cadenzato. Il cantante adotta una sua particolare tecnica vocale, che sembra ricordare quel growl molto cupo e ritmato tipico del Goregrind, in un contesto realmente distante, che rende veramente incomprensibile il cantato. Per quanto concerne il lato prettamente strumentale, come già detto, trattasi di uno Stoner, a tratti influenzato dalla lezione dei Sabbath, a tratti immerso nelle lande lisergiche della Psichedelia.

 

Il Demo termina con "Never Enough", altro brano dedito ad uno Stoner/Doom di rito, anche questo caratterizzato da ritmiche incalzanti, portate su un mid-tempo, avente anch'esso qualche cambio di ritmica. Qui l'influenza Psichedelica è più evidente rispetto al brano descritto in precedenza; avremo sempre qualche difficoltà nel capire il cantato, veramente incomprensibile ed ostico. Musicalmente, nulla da dire, ed anche dal punto di vista dei solismi e sofismi vari, il musico fa emergere i propri punti forti.

 

Capire l'eventuale capacità di una band solo con due brani è veramente difficile, ma musicalmente mi trascinano e tanto basta per far guadagnare loro qualche punto. L'innovazione è pari a zero, l'originalità anch'essa, e l'unico particolare caratterizzante è questo modo di cantare, assolutamente privo di idee, ma che rende il tutto molto cupo e catacombale.

 

Demo breve, recensione corta, da qui è tutto. Alla prossima!

 

 

 

 

 

TRACKLIST

1.Demon Sugar

2. Never Enough

 

 

 

VOTO

6/10

 

Pubblicata il 10 Ottobre 2017

robin.reviews@hotmail.com

 

Insieme a voi dal

12 Ottobre 2016

by Robin Bagnolati