MASTIFF - ''From The Ash Of Elders''

MASTIFF

"FROM THE ASH OF ELDERS"

A cura di Maria Rosaria Di Landri

Mastiff è una band nata Minneapolis (USA) nel 2012. È formata da Al (voce), Erin (batteria), Heavy (chitarra, sostituito successivamente da Rob), Leemo (chitarra) e Neal (basso) e fanno Death Metal/Deathcore. Sono abbastanza noti per essersi dichiarati come "una miserabile band che proviene da una miserabile città". Il soggetto della mia recensione sarà il loro lavoro "From The Ash Of Elders" pubblicato il 20 aprile 2016 per Zero Budget Records e Twin Town Tyrant Records.

 

Questo lavoro si introduce con "Born of Cremains", un intro che mette in chiaro le intenzioni della band fin dai primi secondi con i sound prepotenti ed accattivanti e l'assolo, che viene proposto quasi alla fine del brano, é una grossa scarica d'adrenalina che colpisce l'ascoltatore. Le canzoni più significative secondo me, sono:

"Digging Graves" che, restando sempre prepotente, pone l'elemento chitarra-batteria in primo piano ma, intercalandolo con momenti strumentali addolciti ed inaspettati per lo schema iniziale del brano.

"The Birth of Sorrow" che assembla un misto di sound geniali, con una bellissima traccia vocale che sembra differenziarsi dalla tecnica usata nel resto dell'album.

Passiamo a "Pareidolia" che si apre con un semi monologo etereo che ricorda molto un modello vocale alla Star Wars che incuriosisce e ci distacca momentaneamente dall'album, finché un riff deciso ed ammaliante ci riporta sulla retta via. Questo fantastico album ha come gran finale "The Trade/The Rade" che si mostra eterea ma bellissima con i suoi groove semplici ma d'impatto, che rimangono impressi nella mente dell'ascoltatore sottoforma di motivetto audace.

 

L'album nel complesso é un tumulto di emozioni e riff martellanti e la totale assenza di schemi nei testi e nella strumentale lo fa diventare un ascolto intrigante, che ci dona un viaggio mentale nel mondo del loro misto di generi. L'elemento batteria, che diventa principale in questo album e che sovrasta tutto in maniera impeccabile, a mio parere, racconta la storia della musica secondo il pensiero dei Mastiff. Questa é una band capace ed innovativa, formata da persone competenti nonché molto simpatiche e spero di poter ancora parlare della loro musica in futuro. Buon ascolto a voi!

 

 

 

 

TRACKLIST

1. Born of Cremains

2. Heathen Colony

3. Digging Graves

4. Aphotic

5. Bottom Feeder

6. The Birth of Sorrow

7. Chum of the Earth

8. The Sweet Taste of the Bitter Revenge

9. Pareidolia

10. White Raven

11. The Trade

12. The Ride

 

 

 

VOTO

7,5/10

 

Pubblicata il 08 Ottobre 2017

robin.reviews@hotmail.com

 

Insieme a voi dal

12 Ottobre 2016

by Robin Bagnolati